L’Osservatorio Geofisico di Casamicciola Terme fù il primo in Italia

L’Osservatorio Geofisico di Casamicciola Terme, istituito dopo il terremoto del 23 luglio 1883, fu il primo osservatorio di una più vasta rete nate per monitorare in tutta Italia l’andamento geofisico e prevenire altre catastrofi come quella vissuta da Casamicciola. L’osservatorio Geofisico si trova lungo una delle strade più panoramiche del comune di Casamicciola Terme: via Sentinella. Per l’epoca, l’Osservatorio Geofisico, era una struttura ad alta tecnologia, se pensiamo che la vasca sismica, che tuttora si trova nell’osservatorio di Casamicciola, riuscì a registrare il terremoto che colpì San Francisco nel 1906.

La Vasca Sisimica

Durante la visita all’Osservatorio Geofisico potrete ammirare la famosa “Vasca sismica”, dispositivo costituito da un pozzetto colmo d’acqua, che oscillando durante un evento sismico è in grado di muovere un galleggiante che trasmette i movimenti, attraverso opportuni meccanismi, ad un registratore.

 

 

Osservatorio Geofisico, la storia

L’osservatorio Geosismico inizialmente era destinato a compiere non solo osservazioni geodinamiche ma anche tutte le osservazioni geofisiche che potevano essere di qualche interesse per l’isola d’Ischia. Poi il terremoto del 1883 fu un evento decisivo per lo sviluppo della sismologia in tutta l’Italia: Il Governo così realizzò rapidamente l’Osservatorio di Casamicciola sulla collina della Sentinella ed organizzò su tutto il territorio nazionale un efficiente servizio di rilevazione sismica, costituita da una fitta rete di osservatori e di uffici telegrafici per la trasmissione dei dati ad un ente centrale, l’Ufficio Centrale di Meteorologia e Geodinamica di Roma. L’Osservatorio Geofisico di Casamicciola fu il primo di questa rete.

L’Osservatorio Geofisico possiede un dispositivo molto originale ed efficace per la registrazione dei terremoti, ideato e costruito fin dal 1885 dal suo primo direttore Giulio Grablovitz (1848-1928). Si tratta della famosa “Vasca sismica”. La Vasca Sismica è un dispositivo costituito da un pozzetto colmo d’acqua, che oscillando durante un evento sismico è in grado di muovere un galleggiante che trasmette i movimenti, attraverso opportuni meccanismi, ad un registratore.