Lacco Ameno

  1. Home
  2. Lacco Ameno
Filter

Lacco Ameno il comune che custodisce il Fungo

Lacco Ameno, il comune più piccolo dei sei comuni dell’ isola d’ Ischia, è dove nell’ VIII sec a.C. approdarono i greci che successivamente si insediarono sul Monte Vico fondando la città di Pithecusae. Oggi ritoviamo i segni della storia nei numerosi reperti acheologici che sono custoditi sia nel Museo di Santa Restituta dove abbiamo la presenza di ritrovamenti greci, romani e bizantini, tra questi, urne cinerarie, cippi funerari e onorifici, arredi funerari, monete e frammenti architettonici, che nel Museo acheologico di Pithecusae che contiene al suo interno oltre tremila reperti. Tra i reperti più preziosi, al Museo di Pithecusae è possibile ammirare la famosissima Coppa di Nestore, importantissima per la storia poichè decorata con la più antica iscrizione in lingua greca dell’area mediterranea.

 

Angelo Rizzoli un grande uomo innamorato di Lacco Ameno

Lacco Ameno, e di riflesso l’intera Isola d’Ischia, negli anni ’50, grazie al famoso editore e produttore cinematografico Angelo Rizzoli divennero un polo di attrazione di una mondanità cosmopolita. Altre a far conoscere l’Isola nel mondo, Angelo Rizzoli donò a Lacco Ameno l’unico ospedale esistente sull’ isola, e fece ampliare ed arricchire le antiche Terme Regina Isabella di un complesso alberghiero. Oggi è possibile ammirare il Museo Angelo Rizzoli, che si trova nel comune all’interno di Villa Arbusto, dedicato al famoso imprenditore ed incredibile uomo innamorato di Lacco ameno e dell’intera Isola d’Ischia.

 

Il Corso, Il Negombo, la splendida Baia di San Montano

Nel Centro di Lacco Ameno, che si trova sul lungomare, sono numerosi i negozi, bar e ristoranti che nella stagione estiva si popolano di turisti ed abitanti del loco.

Non lmolto distante dal centro del paese si trova la splendida San Montano, la meravigliosa baia dove possiamo trovare il Parco Termale Negombo. La leggenda narra che nella Baia di San Montano la barca di Enea si arenò e che, nello stesso luogo, secoli dopo, la salma di Santa Restituta, la santa protettrice di Lacco Ameno, fu trasportata dalle acque a riva.
SImbolo e famosa attrazione di Lacco Ameno è il ”Fungo”. Si tratta di un masso di tufo che staccatosi in tempi remoti dal Monte Epomeo e rotolato giù a mare. Le erosioni del mare e del vento gli hanno poi dato la sua caratteristica forma.